Categorie
comunicato

Meet and Code 2020

Torna Meet and Code, iniziativa nata nel 2017 e promossa da SAP in collaborazione con Haus des Stiftens gGmbH e TechSoup Europe per aiutare le organizzazioni no profit di tutta Europa a realizzare eventi che favoriscono l’interesse e l’accesso alle competenze digitali tra i giovani, grazie alla concessione di micro-donazioni. In seguito alla sospensione
degli eventi per il COVID-19, sono nate nuove forme di incontro, condivisione e apprendimento online.
Anche Meet and Code 2020 si muove in questa direzione rivolgendosi alle organizzazioni che vogliono realizzare eventi virtuali per introdurre i giovani fra gli 8 e i 24 anni al mondo della tecnologia e della programmazione.
Nel 2019 l’iniziativa ha ospitato 1.200 eventi di coding con più di 56.000 partecipanti e quest’anno si estende ad altri dieci nuovi paesi, che si vanno a sommare ai 25 che già erano stati coinvolti nelle edizioni precedenti. Le organizzazioni no-profit interessate possono presentare domanda online entro il 10 settembre per ricevere una donazione fino a 500 euro. Gli eventi dovranno svolgersi online tra il 1° settembre e il 31 ottobre 2020.
“È incredibile quanto velocemente la società possa adattarsi. Solo sei mesi fa, cose che sembravano inconcepibili sono ora parte integrante della nostra vita quotidiana”, ha dichiarato Alexandra van der Ploeg,
Head of Corporate Social Responsibility di SAP. “Una famosa citazione recita ‘non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento’ e il progetto virtuale Meet
and Code di quest’anno ne è un brillante esempio”.
Ogni anno Meet and Code mette a disposizione dei finanziamenti che consentono la partecipazione gratuita di bambini e ragazzi. Il programma virtuale di quest’anno raggiungerà dieci nuovi paesi europei grazie
all’aiuto del nuovo partner del programma, il Ministero federale dell’interno, dei lavori pubblici e della patria (BMI). Inoltre, i partner che realizzeranno gli eventi saranno seguiti in modo costante con materiale e toolkit specifici sull’insegnamento online. Cinque paesi pilota potranno collaborare con dipendenti SAP, all’interno delle attività di volontariato aziendale di Meet and Code. Il tempo e l’esperienza dei volontari SAP aiuteranno le organizzazioni no-profit nell’esecuzione di eventi locali in Germania, Irlanda, Francia e Bulgaria, con l’obiettivo di migliorare l’esperienza di apprendimento complessiva.
Dal 2000, l’industria globale dell’e-learning è cresciuta del 900% 2 e si prevede che triplichi le sue dimensioni entro il 2025. Anna Sienicka, vicepresidente di TechSoup Europa, ritiene che oggi, più che mai,
l’insegnamento delle competenze digitali di base sia un fattore critico. “Una delle conseguenze potenzialmente positive della crisi legata al Covid-19, e il conseguente lockdown, è che la società è stata costretta a individuare modi migliori per fare le cose, e Meet and Code di quest’anno è chiaramente tornato con risorse e novità per raggiungere il suo obiettivo di fare la differenza sfruttando il potere della tecnologia”.

Nel corso del 2019 le organizzazioni no-profit che hanno partecipato a Meet and Code erano state invitate a competere per premi in denaro di 2.000 euro organizzando eventi che seguisseso uno di questi quattro temi:
Comunity, Diversity, Girls do IT! and Code for the Planet. Quest’anno è prevista l’aggiunta di una nuova categoria chiamata ‘Code for Europe’.
“Meet and Code offre esperienze digitali per i nostri giovani, stimola l’apprendimento interattivo di gruppo e, soprattutto, promuove la coesione”, afferma Clemens Frede, membro del consiglio di amministrazione di Haus des Stiftens. “Per amore di un’Europa unita, la nuova categoria “Code for Europe” illustra il bisogno di lavorare insieme e aiutare a superare le sfide della digitalizzazione nella UE. Strettamente collegato all’Obiettivo delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goal, SDG) n. 17 – Partnership per obiettivi comuni– il nuovo premio sottolinea l’importanza delle partnership che offrono un uso sicuro e responsabile dei media online, che cercano nuovi modi per portare insieme giovani di diverse nazionalità, per chiudere falsi account sui social media, per lottare contro la disinformazione e le fake news”.
“I cittadini di tutta Europa dovrebbero essere in grado di navigare in Internet in sicurezza, e con autodeterminazione. Acquisire competenze digitali a partire dall’infanzia è un fattore chiave in questo senso.
Il BMI è quindi entusiasta di poter supportare Meet and Code nell’ambito della Presidenza tedesca della UE 2020”. Ha commentato Markus Richter, Sottosegretario di Stato presso il Ministero Federale tedesco degli
Interni, dei Lavori Pubblici e della Patria (BMI) e Commissario del governo federale per l’Information Technology.
Facendo eco alla nuova categoria di premi strettamente legata all’SDG n.17, Alexandra van der Ploeg aggiunge: “Attraverso Meet and Code, SAP e i partner possono aiutare ad accelerare gli impegni per il
raggiungimento degli SDG delle Nazioni Unite. Per dare il via al nuovissimo programma virtuale di quest’anno, siamo lieti di dare il benvenuto al BMI, in particolare per il suo coinvolgimento attivo e l’impegno a includere altri dieci paesi come parte delle attività di presidenza della UE a luglio. Insieme, attraverso le nostre partnership strategiche e collaborazioni, possiamo compiere passi da gigante nel conquistare il digital divide dell’Europa”.

Di fpivari

Dopo aver lavorato più di 10 anni in Agip/Eni nel settore delle nuove tecnologie informatiche, inizialmente come programmatore, quindi sistemista ed infine project leader da più di 15 anni vivo a Rovigo e sono consulente e formatore di comunicazione internet e internet marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *