Informatica50: la storia

Furono due matematici i padri del primo corso di laurea in Scienze dell’Informazione d’Italia istituito all’Università di Pisa 50 anni fa, nel 1969: l’allora rettore, Alessandro Faedo, e il professor Gianfranco Capriz, all’epoca direttore dell’Istituto di Elaborazione dell’Informazione del CNR. Una data che segna uno dei passaggi fondamentali della rivoluzione digitale del nostro Paese e… Continua a leggere Informatica50: la storia

Da navigatori a protagonisti: ognuno di noi può diventare un media

Vi ricordate internet degli albori? Se eri bravo sapevi navigarla o all’inglese facevi surf the net. In ogni caso rimanevi in superficie, la consultavi. Poi si è passati da consultatori a costruttori. I blog permisero di creare un sito in modo semplice, di trasformarsi in gestore di contenuti, in editore. Ma i blog per la maggior parte delle persone rimanevano complessi, non erano fatti per essere gestiti ovunque… Continua a leggere Da navigatori a protagonisti: ognuno di noi può diventare un media

Pubblicato
Etichettato come storia

I floppy

Quando dai in mano ad un bambino una scheda perforata e gli chiedi cos’è? a cosa serviva?. La gira e la rigira e difficilmente riesce a darti una risposta plausibile, ed è comprensibile. Sicuramente non ha mai visto niente di simile e nemmeno strumenti a carta perforata o a rullo. Spesso anche gli insegnanti non… Continua a leggere I floppy

Pubblicato
Etichettato come storia Taggato

Schede perforate (perforabili)

Quando si parla di storia della programmazione bisogna parlare di schede perforate anche se bisognerebbe dire schede perforabili. Ne ho appena comprate una decina. Quando iniziai a programmare fortunatamente non si utilizzavano più. Il cartoncino perforato era il modo di archiviare programmi (e più in generale dati). Vennero sostituite dal famoso floppy.