Sto iniziando a creare una libreria di primitive grafiche: cerchio, quadrato, …

Il vero programmatore dopo un po’ che programma inizia a capire la necessità di creare una propria libreria di oggetti che gli torneranno utili in seguito per non ricreare sempre tutto ex novo o per non cercare librerie fatte da altri.
Questo vale anche e soprattutto per il programmatori visuali.
Il mio primo block (modulo) mi ha permesso di disegnare un cerchio, il mio secondo un quadrato. Seguiranno poi il triangolo equilatero, il rettangolo, il pentagono, l’esagono, …
Quando avrò una libreria di primitive sufficiente sarà poi semplice metterle assieme per disegnare semplicemente effetti molto belli come questo make squares dove il programma disegna quadrati leggermente sfalsati, dove si cambiano colori e dimensione del tratto, …

Remix Scratch: fare programmi senza saper programmare e capire niente di programmazione

Scratch prevede di fare i remix.
Guardi il programma che ti piace di più o è più vicino a quello che vorresti fare, entri nella parte programmazione visuale e fai un remix, ovvero lo copi e puoi modificarlo come meglio credi.
Diventa tuo, nel senso fatto da te, ma tiene traccia di tutti i progetti precedenti, tutti i remix e poi il programma primario.
Io ho scelto il progetto Paramount Italy (che era già un remix) ed ho creato il nuovo remix Paramount Polesine semplicemente cambiando la scritta e copiando la parte di codice che era relativa ad Italy.

Un nuovo programma senza saper programmare e capire niente di programmazione (nel bene e nel male).

Il mio primo block (mattonicino, modulo) con Scratch e Snap!

Scratch e Snap sono molto simili, quasi uguali. Ho realizzato il mio primo block inizialmente in Scratch per disegnare un cerchio poi ho fatto un programmino per disegnare una sequenza.
Ho portato lo stesso codice (ho usato gli stessi blocchi) in Snap ma il disegno è diverso!

Un bug?
Speriamo che nel forum qualcuno mi supporti.

snap circles designer
snap circles designer

scratch circles designer
scratch circles designer

Ho provato Snap evoluzione di Scratch

Snap-logoAl momento sono interessato ad approfondire la programmazione visuale (Visual Programming Language V.P.L.). Sto guardando, provando cosa esiste per fare delle scelte accurate.
Dopo aver provato Scratch, sviluppato al MIT, sto provando Snap!, sviluppato a Berkeley.
Snap! è una sorta di evoluzione di Scratch che permette la creazione di moduli propri (Build Your Own Blocks).

snap.berkeley.edu

Il mio primo progetto Scratch: una girandola

Scratch è un progetto di programmazione visuale del MIT.
Apprezzo la sua potenza, per fare le stesse cose con un normale linguaggio di programmazione, se non si hanno librerie ad hoc, può rivelarsi un’esperienza infinita.
Apprezzo la sua semplicità, con dei semplici moduli grafici si riesce a fare programmazione senza una riga di codice.
Apprezzo il suo aspetto social, il progetto si può condividere semplicemente nella comunità, recuperare il codice embed, …
Apprezzo l’approccio nano sulle spalle del gigante, di ogni programma si possono vedere i moduli di costruzione ed ogni progetto può diventare il punto di partenza per un nuovo progetto.

Non apprezzo che non si capisca niente di programmazione. La programmazione è un linguaggio con delle regole. E’ come se per imparare una lingua ti dicessero: guarda tutto il giorno la televisione vedrai che la impari. VERO ed anche con semplicità e piacere ma
non la saprai scrivere!
non conoscerai mai le regole grammaticali che si nascondono dietro e di conseguenza la parlerai sempre come un bambino delle elementari.

Per ogni cosa esistono scorciatoie, ma la strada più lunga, nel tempo, spesso si rivela la migliore.

girandola Scratch
girandola Scratch
P.S. Dimenticavo il progetto Scratch della girandola.
I moduli nell’immagine vanno così letti:
Inizia quando si clicca la bandierina verde
ripeti fino a quando – il tasto spazio viene premuto
ruota in senso orario di 5 gradi l’immagine

Caricando l’immagine di una girandola, girerà se si clicca la bandierina, si fermerà se si clicca la barra spaziatrice.

scratch.mit.edu/projects/94071570/